Vis Sora batte Atletico Pontecorvo 4-1 e mantiene la seconda posizione

Buona vittoria della Vis Sora nell'ultima stagionale in casa, giocata allo Stadio "Claudio Tomei" di Sora.

Primo tempo che parte subito con il piede giusto. Alla prima occasione la Vis passa in vantaggio. Punizione di Maltesi che trova appostato sul secondo palo Castellucci che insacca di testa da dentro l'area piccola. Le occasioni arrivano da tutte e due le parti, le squadre si affrontano a viso aperto. Abbate per ben due volte va vicino al gol dopo buoni inserimenti. Sicuramente da evidenziare gli strappi di un buon Vincenzo De Gasperis da una parte e del sempre elegante Ripa per il Pontecorvo.

Secondo tempo molto più scoppiettante, gli ospiti calano e la Vis inizia a trovare buoni spazi e buoni fraseggi, rischiando poco in difesa.
Dopo qualche cambio arrivano le marcature bianconere, prima Vincenzo De Gasperis di tap in, poi Simone De Gasperis che si libera molto bene in area e conclude e poi Michele Porretta che sfrutta una palla messa dentro da Lorenzo D'Aqui. 4-0.
Sul finale arriva il gol degli ospiti propiziato da una dormita della difesa bianconera.

Gara giocata bene, buona vittoria che tiene ben salda la squadra al secondo posto a due punti dalla prima della classe quando manca una giornata alla fine del campionato.
CUOREVIS

Formazione:
Parravano, Caschera, Gismondi (61' Porretta), Tomassini, Cellupica (82' Paolucci), Maltesi, Iafrate, Abbate (61' D'Aqui), De Gasperis V. (75' Sperduti), Castellucci (61' Polsinelli), De Gasperis S.. A disp.: Ruggieri. All.: Alonzi.
32607547_1706228922793339_289430548928004096_ojpg

Sora, 14-05-18.

La Vis pareggia a Posta Fibreno: i bianconeri restano a -2 dalla vetta

Pareggio a reti inviolate per la Vis Sora sul campo di Posta Fibreno.

Brutto pareggio a reti inviolate per la Vis Sora sul campo di Posta Fibreno.
A nulla è servito il passo falso della Nuova Sant’Elia, i bianconeri rimangono secondi in classifica a meno 2 punti e con 180 minuti da giocare.

Partita molto sentita da entrambe le formazioni, maschia, con molti lanci lunghi e pochi fraseggi.

Non sono molte le occasioni del primo tempo ad eccezione di un tiro forte ma centrale di D’Aqui che viene neutralizzato da Palladinelli.
I padroni di casa sono pericolosissimi al 20’ con un attaccante avversario che si incunea in area di rigore e viene atterrato al limite. Arbitro assegna il penalty che pero viene sprecato calciando fuori, al lato.
La Vis Sora non ne approfitta e la trama difensiva costruita da Mister Persichini intrappola le punte bianconere che fanno fatica a trovare spazi.
Primo tempo scialbo si conclude con uno 0-0

Nel secondo tempo cambia poco. Vis Sora senza idee ne spazi.
Negli ultimi 20 minuti i bianconeri devono dare qualcosa in piu per cercare di strappare i 3 punti. Si accelerano i ritmi e un paio di occasioni capitano prima sui piedi di Careni e poi di Iafrate e sulla testa di Tomassini ma è ancora una volta eccellente Palladinelli a chiudere la saracinesca.
Posta Fibreno cerca di ripartire in contropiede ma è brava la difesa Sorana a evitare il gol, unica eccezione al 40’ quando la palla si insacca ma su posizione di fuori gioco ravvisata dal direttore di gara.
Allo scadere rigore netto negato alla Vis Sora per un evidente fallo di mano in area di rigore.

Ottima prova del Posta Fibreno che ingabbia la Vis Sora e non concede spazi. Di certo ci si aspettava una partita più grintosa dalla Vis che non poteva aspettare gli ultimi 20’ minuti per suonare la carica.
Nulla è ancora deciso, ma brucia il non aver sfruttato una occasione d’oro.

Formazione:
Parravano, Caschera, Cellupica, Tomassini, Fiorini, Maltesi, Iafrate, D'Aqui (65' Porretta), De Gasperis V. (85' Polsinelli), Castellucci, Careni. A disp.: Abbate, Gismondi, Paolucci, De Gasperis S., Sperduti. All.: Alonzi.

Sora, 07-05-18.


Un'altra rimonta per la Vis Sora, termina 2-4 contro il Real Acquafondata

0-2 in svantaggio a fine primo tempo, vittoria 4-2 in rimonta. 

La Vis ormai è affezionata a queste rimonte al cardiopalma non consigliabili ai deboli di cuore.

Partita giocata sul "F. Nappa" di San Bartolomeo, come spesso accade terreno non adatto alle qualità dei bianconeri. Questa volta il vantaggio ospite è opera completa dei sorani. Pallone lanciato al limite dell'area dal Real, Caschera nell'intervenire colpisce male e la palla va dritta sotto l'incrocio della sua porta con Parravano che può solo guardare. Il primo tempo, come tutta la gara, vede il gioco svolgersi principalmente nella metà campo dell'Acquafondata, i volsci però non riescono a capitalizzare mai. Quasi sul finire del tempo arriva la beffa, palla lanciata verso l'unica punta schierata dal Real che stoppa al volo e segna su pallonetto. Come mercoledì, tutti nello spogliatoio con il risultato di 2-0.

Mister Alonzi negli spogliatoi tenta il tutto per tutto, stessi uomini ma difesa a 3 con Maltesi dietro le punte. È lì che cambia la gara. Il neo fantasista bianconero è l'autentico mattatore del match. Prima palla giocata, cross al centro e De Gasperis S. che insacca al volo sotto l'incrocio. Seconda palla giocata, stop e tiro di esterno da 30 metri che va a finire sotto l'incrocio. 2-2, Maltesi. La Vis ormai ci crede e complice la doppia ammonizione dell'unica punta avversaria schiaccia sempre di più il Real. A metà secondo tempo l'episodio che gira il match verso Sora, cross in area e nell'intervenire il difensore avversario tocca la palla di mano. Rigore, Maltesi sul dischetto, 2-3! Forte del vantaggio maturato la Vis amministra il gioco. Sul finire su una punizione di Maltesi, dopo un batti e ribatti, l'ottimo De Gasperis sigla la doppietta personale ed il definitivo 2-4. Espulso il portiere avversario per proteste successivamente al gol.

Avanti così, con questa grinta e con questo attaccamento alla maglia anche nei momenti di difficoltà!!! La distanza dalla vetta è sempre di due punti.
SEMPRE E COMUNQUE CUORE VIS.

Formazione: 
Parravano, Caschera, Cellupica (79' Sperduti), Tomassini, Fiorini, Maltesi, Iafrate, D'Aqui (65' Porretta), De Gasperis V. (85' Abbate), Castellucci (62' De Benedictis), De Gasperis S. (83' Cianfarani). A disp.: Polsinelli, Gismondi. All.: Alonzi

Sora, 30-04-18.

Grande rimonta in casa, i bianconeri battono 4-2 Chiaiamari

Grande rimonta sul campo di casa dopo un primo tempo in cui i bianconeri non si erano dimostrati all'altezza del big match.

Partita che inizia con la Vis che ha il pallino del gioco e gli avversari che provano a sfondare in ripartenza. I troppi lanci e qualche errore non portano niente di buono. Sulla prima palla che arriva in area il Chiaiamari si procura un rigore per uno scontro tra Parravano ed un attaccante. 0-1. Il resto del primo tempo va avanti senza grandi occasioni a parte una capitata sui piedi di D'Aqui e qualche palla che passa in area avversaria senza essere toccata. Allo scadere arriva la beffa. Su una palla persa a centrocampo parte il contropiede che trova l'ala avversaria pronta a colpire dentro l'area. 0-2.

Secondo tempo tutta un'altra partita. Batte Chiaiamari, palla a Caschera, poi a De Gasperis V. che salta un uomo, uno due con Careni e gol. 1-2. Dopo dieci minuti Careni lanciato in area nel tentativo di pallonetto viene travolto dal portiere. Rigore, Maltesi sul dischetto, 2-2. Iniziano i cambi ed il Chiaiamari pare stanco, in attacco si vede poco, quando arriva davanti è quasi sempre per qualche disattenzione bianconera. A metà secondo tempo arriva il vantaggio, bello scambio ancora di De Gasperis che mette dentro per De Benedictis che insacca facilmente. 3-2! . Chiaiamari nervoso che in 5 minuti si ritrova in 8 uomini sul terreno di gioco. Sul finale arriva anche il 4-2 di uno strepitoso Careni che continua a giocare tutta la partita anche se dopo lo scontro del rigore tutti credevano chiedesse il cambio dato il forte scontro.

Avanti così, con questa grinta e con questo attaccamento alla maglia anche nei momenti di difficoltà!!! CUORE VIS

Formazione: 
Parravano, Gismondi (45' Sperduti), Tomassini, Cellupica, Caschera, Maltesi, Iafrate, D'Aqui (84' Paolucci), De Gasperis V. (75' Abbate), Careni, De Gasperis S. (60' De Benedictis). A disp.: Fiorini. All.: Alonzi.

Sora, 26-04-18.

Ora la Vis è al secondo posto!

Brutta sconfitta al "Pomella" per i bianconeri.

Non riesce a fare punti nello scontro diretto la Vis Sora. Purtroppo penalizzati dal campo che non è adatto alle qualità bianconere e dalla maggiore voglia dell'avversario.

Partita che inizia subito con la spinta della Nuova Sant'Elia, al 7' già è in vantaggio. Su una punizione dal limite il centrocampista avversario è bravo a infilare Parravano. Il primo tempo bianconero continua comunque ad essere contratto, a parte qualche situazione pericolosa non concretizzata. Tanti errori in tutte le parti del campo ed un Sant'Elia sempre pericoloso sui continui lanci in profondità e sulle spizzate. Si va comunque a riposo 1-0.

Secondo tempo che vede la Vis molto più vogliosa e gli avversari rintanati nella propria metà campo a tirare un po' il fiato. Careni su calcio d'angolo e Castellucci da dentro l'area piccola hanno due buone occasioni, non sfruttate al meglio purtroppo. Gli avversari combattono su ogni palla ed hanno il merito di crederci fino alla fine. Su un contrasto a centrocampo parte l'infilata, causa anche una Vis sbilanciata in cerca del pareggio, e sul finale è 2-0.

Tornati con l'amaro in bocca per una prestazione non da Vis. Tanta voglia però di recuperare già mercoledì contro l'Atletico Chiaiamari dopo la partita dell'andata. È ancora lunga, 5 partite, 5 finali. CUORE VIS

Formazione: 
Parravano, Fusco (25' De Gasperis V.), Gismondi (75' Polsinelli), Tomassini, Cellupica, Maltesi, Iafrate, Caschera (78' D'Aqui), Porretta, Careni, Castellucci (88' De Gasperis S.). A disp.: Paolucci, Cianfarani. All.: Alonzi. 

Sora, 23-04-18.

Vis Sora batte Piedimonte 3-1: dalla vetta i bianconeri pensano già al Sant'Elia

La Vis Sora vince tra le mura amiche e conferma il primato in vista dello scontro diretto della prossima giornata


Partita di cruciale importanza, tre punti fondamentali per rimanere in vetta, l'unione che dall'inizio dell'anno ci contraddistingue. La Vis vince tra le mura amiche e conferma il primato in vista dello scontro diretto della prossima giornata.

Primo tempo sotto il sole cocente, un Piedimonte messo bene in campo e la Vis che tenta di scardinare subito la difesa avversaria. Il primo quarto d'ora è giocato a viso aperto dalle due squadre che non si limitano. La partita si sblocca su calcio da fermo. Iafrate pennella dalla destra sulla testa di Careni che in tuffo di testa sigla il vantaggio bianconero. Dopo il gol c'è un po' di rilassamento ed arriva qualche occasione ospite su alcune disattenzioni difensive. Il raddoppio però arriva poco dopo. Su una palla calciata verso l'area capitan Tomassini intercetta di petto e lancia forte in avanti, Careni poco dopo la trequarti riesce ad anticipare il difensore avversario, smarca il portiere e sigla il 2-0. Parravano successivamente è bravo a mettere in angolo una punizione velenosa dal limite calciata dal capitano avversario. Si arriva alla sosta con un proseguo di partita molto spezzettato e poco entusiasmante.

Si riparte senza cambi, la partita però non è spumeggiante come il primo tempo, causa anche il caldo. Iniziano i cambi ma le occasioni stentano ad arrivare. Piedimonte pericoloso in qualche occasione ma i difensori bianconeri fanno buona guardia ed evitano tiri pericolosi verso la porta. Si gioca molto su lanci lunghi e poco palla a terra. A 20' dalla fine arriva il terzo gol, Porretta anticipa bene sulla fascia, la palla riesce ad arrivare a D'Aqui che entra in area e serve a centro porta Maltesi per il tap in quasi sulla linea. Prossimi al novantesimo il Piedimonte sigla il gol della bandiera su calcio di rigore.

La Vis inizia al meglio il filotto di scontri al vertice contro un avversario di tutto rispetto. Ora testa a Sant'Elia per mantenere saldo il primato in classifica. Uniti si vince!
VIS VIS VIS VIS

Formazione: 
Parravano, Porretta, Gismondi (75' Paolucci), Tomassini, Cellupica, Caschera (57' Maltesi), Iafrate, D'Aqui (85' Ruggieri), De Gasperis V. (69' Abbate), Careni, Polsinelli (65' De Gasperis S.). A disp.: Coppola, Castellucci. All.: Alonzi.

Sora, 16-04-18.

La Vis Sora batte in trasferta il Casalattico: bianconeri ancora in vetta

Nelle prossime gare si decide il campionato.


Vittoria di fondamentale importanza per i bianconeri che finalmente centrano i tre punti in trasferta dopo tre mesi buoni. Gara contrassegnata dal caldo e dalla correttezza in campo.

Primo tempo che per i primi 15 minuti è solamente di studio tra le due squadre. La gara di sblocca al 20' con un calcio d'angolo di Careni che va direttamente in porta prendendo di sorpresa il portiere avversario. La gara continua a rimanere combattuta anche dopo il vantaggio sorano. La gioia del gol è infatti stoppata subito dal gol della formazione di casa. In un'azione caotica la Vis recupera palla ma non la "spazza" via e da una rubata con successivo cross al centro c'è una spizzata lunga del numero nove avversario che arriva sul secondo palo e trova pronto un compagno che da dentro l'area piccola poggia il pallone in porta. La Vis non ci sta e si butta a testa bassa in avanti, qualche occasione ed uno sfortunato palo del sempre pericoloso Careni, dopo un bel fraseggio, mandano le squadre al riposo in parità.

Il primo caldo della stagione fa da padrone anche nel secondo tempo. I ritmi non sono altissimi anche se le squadre danno tutto in campo, non tralasciando mai la correttezza. Iniziano ad arrivare le prime sostituzioni, Polsinelli (neo entrato) avrebbe subito sui piedi il gol del vantaggio ma spreca incredibilmente da dentro l'area piccola. La partita, come spesso accade in questi casi, si sblocca su una disattenzione. Careni è furbo ad aggredire il difensore avversario e dopo averlo anticipato in area va dritto verso il portiere ed insacca! La Vis va in vantaggio è da lì amministra una gara che vede le due squadre ormai molto stanche. La palla va molto spesso sui piedi di Castellucci che fa respirare la squadra. Casalattico che prova nel finale a buttare la palla dentro l'area ma Tomassini, Parravano e compagni fanno buona guardia ed i bianconeri non corrono pericoli.

I volsci sono ancora primi con un punto di vantaggio sulla Nuova Sant'Elia che vince tra le mura amiche il difficile match contro l'Atletico Chiaiamari. Le prossime gare molto probabilmente decideranno il campionato con tre scontri in sequenza: Piedimonte, Sant'Elia (fuori casa) e Chiaiamari. Il sogno continua, uniti più che mai.

Formazione: 
Parravano, Sperduti (64' Castellucci), Gismondi (60' Porretta), Tomassini, Cellupica, Caschera, Iafrate, D'Aqui (75' Paolucci), De Gasperis V. (68' Abbate), Careni, De Gasperis S. (56' Polsinelli). A disp.: Coppola, Ruggieri. All.: Alonzi.

FORZA VIS 

Sora, 09-04-18

La Vis Sora vince in casa contro Castrocielo e torna in vetta

Torna a vincere la Vis Sora. 3 a 0 in casa contro il Castrocielo.

Torna finalmente alla vittoria la Vis contro un ottimo avversario, migliorato molto rispetto alla gara di andata.

Al "Panìco" la gara stenta a decollare, il primo quarto d'ora è di studio. Col passare dei minuti la Vis prende campo, azzera i rischi in difesa e guadagna campo iniziando ad essere pericolosa nelle vicinanze della porta avversaria. La partita si sblocca con una punizione di Maltesi e le occasioni iniziano ad occupare tutte e due le mani nel conteggio. Sfortunato Luca Polsinelli che colpisce l'incrocio dei pali, sulla ribattuta è bravo il portiere a netraulizzare su Abbate. Dopo alcune occasioni non sfruttate al meglio si chiude il primo tempo.

Il secondo tempo è di piena marca Vis con gli avversari che si fanno vedere dalle parti di Parravano solo con qualche traversone dalla trequarti ben controllato in uscita. Al 15' del secondo tempo la partita è messa in banca, D'Aqui colpisce al volo di tacco un calcio d'angolo battuto da Maltesi e fa tornare in mente il gol confezionato da Mihajlovic-Mancini della Lazio dei tempi d'oro. Qualche minuto dopo Maltesi pesca un tiro dai 25 metri che impatta sulla base del palo e porta il risultato sul 3-0. I bianconeri poi addormentano il gioco e portano a casa 3 punti fondamentali.

La squadra sorana, complici anche i risultati dagli altri campi, torna in vetta alla classifica. Dopo la sosta per le festività pasquali si torna in campo a Casalattico per iniziare un trittico di partite che decideranno senz'altro il campionato con numerosi scontri diretti.

Formazione: 
Parravano, Sperduti, Cianfarani (75' Paolucci), Tomassini (55' Porretta), Cellupica, Maltesi, Iafrate, D'Aqui (80' Ruggieri), Abbate (65' De Gasperis V.), Careni, Polsinelli (70' Castellucci). A disp.: Coppola, Maltese. All.: Alonzi.

Sora, 26-03-17.

Vis Sora. termina in pareggio contro Atletico Veroli, niente vetta

La Vis Sora non vince sull’ostico campo di Castelliri contro un combattivo Atletico Veroli.

La Vis Sora non riesce a vincere sull'ostico, e non in perfette condizioni, campo di Castelliri contro un combattivo Atletico Veroli. Peccato per il pareggio, una vittoria avrebbe mandato di nuovo la Vis in testa alla classifica.

La partita ruota tutta intorno ad un unico tema, la pioggia ed il campo non perfettamente praticabile in alcune zone, specialmente gli angoli. 

Primo tempo quasi alla pari tra le due formazioni, Veroli molto pericoloso sulle continue palle lunghe sulle punte e la Vis che tenta di imbastire qualche azione offensiva con i laterali. L'unica occasione giallorossa è a metà primo tempo quando l'attaccante si invola verso la porta, in sospetto fuorigioco, e non riesce a concludere al meglio verso la porta di Parravano. I bianconeri invece ci provano più volte, vuoi l'imprecisione, vuoi il portiere avversario ed il risultato non cambia. Ottima la parata del portiere avversario sul diagonale di Porretta.

Secondo tempo ancora più a tinte bianconere con il Veroli che inizia ad arrancare. Purtroppo però il risultato non si schioda dallo zero a zero anche se i tentativi sono molteplici, però forse poco incisivi. La partita non cambia neanche quando a 10' dalla fine la Vis gioca con un uomo in più. La vetta ora è vicina un solo punto, le opportunità da sfruttare saranno tante. Appuntamento a Sabato 24 Marzo al "G. Panico" contro Castrocielo.

Formazione: Parravano, Sperduti, Cianfarani (60' Gismondi), Tomassini, Cellupica, De Gasperis V. (70' Ruggieri), D'Aqui (75' Polsinelli), Iafrate, Porretta, Careni, Castellucci (65' Di Pucchio). A disp.: Coppola, FIorini, Abbate. All. Alonzi.

Sora, 19-03-17.

Vis Sora vs Marafrica termina 4-4, i bianconeri perdono la vetta della classifica

Al “Panico”, il match tra la Vis Sora e il Marafrica è terminato con un bel 4 a 4.


Bella giornata di sport e di amicizia svoltasi sabato nell'impianto sportivo “G.Panico” di Sora.
Bella partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre che termina alla fine con un pirotecnico 4a4.
Squadra atleticamente straripante quella del MARAFRICA che pecca però di eccessivo temperamento in alcune entrate che forse in partite “normali” non sarebbero tollerate dal canto suo la Vis Sora è stata compatta e tatticamente pronta a fronteggiare l'avversario. 
Vis Sora che va in vantaggio dopo dieci minuti sugli sviluppi di un calcio d’angolo con una splendida incornata del difensore Daniele Cianfarani che con un terzo tempo sale in cielo e incrocia sul palo lontano.
A stretto giro arriva subito il raddoppio del solito Lorenzo D’Aqui che sul filo del fuorigioco si incunea nella difesa ospite e deposita il pallone in rete..La reazione ospite porta ad un tiro dal limite si cui è bravissimo il portiere bianconero Coppola.. Successivamente viene concesso un rigore per parte con il MARAFRICA che lo sbaglia e la Vis che invece lo mette a segno con il bravissimo DeBenedictis veramente arma in più nello scacchiere bianconero.
Nel finale del primo tempo i leoni africani accorciano le distanze con il numero 9 che su un lancio lungo si ritrova solo dopo una cattiva copertura difensiva e mette in rete. 
Secondo tempo altrettanto divertente con altri due rigori generosissimi concessi al MARAFRICA che stavolta non sbaglia. Intervallati dal momentaneo 4a1 per la Vis da parte di MassimoDiPucchio.
Nel finale convulso il MARAFRICA pareggia ma è giusto cosí una partita cosí bella non doveva avere né vincitori né vinti.
Sabato si ricomincia a fare sul serio con la trasferta contro Veroli con la Vis che dopo mesi perde il primato in classifica per colpa di alcuni risultati non entusiasmanti nelle giornate scorse tanti punti persi nei finali di gara ma tant'è mai piangere sul latte versato rimbocchiamoci le maniche e non molliamo.
VIS VIS VIS VIS

Sora, 12-03-18.

Termina in pareggio l'insidiosa trasferta di Belmonte

Pareggio per 1-1 per i bianconeri di Mister Alonzi con rete di D'Aqui.

La Vis non va oltre il pareggio sull'ostico comunale del "Merucci" di Belmonte. Partita con poco gioco e tante emozioni. Peccato però non aver portato a casa i tre punti dopo un secondo tempo di marca bianconera.

Pronti via ed alla prima occasione buona Lorenzo D'Aqui salta un uomo e di sinistro insacca sotto il sette sull'altro palo, gol fondamentale. Dopo il gol però, come spesso accade, la Vis si spegne e lascia troppo campo agli avversari. Causa campo piccolo e non in perfette condizioni, la partita si sviluppa molto sui calci piazzati. La squadra di casa va più volte vicino al gol, le occasioni più pericolose sono un palo ed un salvataggio sulla linea di capitan Tomassini. Nell'ultima occasione del primo tempo arriva il pareggio dopo l'ennesimo batti e ribatti del campionato che ci penalizza. Da segnalare un episodio che ha bloccato un po' tutti a metà tempo avvenuto a Daniele Iafrate, tanto spavento per la brutta caduta ma un grande ringraziamento ai sanitari presenti fuori dal campo, la roccia del centrocampo bianconero sta bene!

Il secondo tempo parte con un altro piglio, le parole di Mister Alonzi rivitalizzano la Vis. Peccato però che i numerosi palloni che circolano vicino l'area avversaria pochissime volte si trasformano in occasioni da gol. Negli ultimi minuti se ne susseguono due clamorose, una incredibilmente fuori da due passi di Di Pucchio ed una su una rovesciata di Careni sventata dal portiere avversario sotto la traversa.

La strada è ancora lunga e la classifica è ancora dalla nostra parte, consapevoli però di dover dare di più per poter conseguire il #SognoVis di fine stagione. #CuoreVis 

Formazione:

Stefano Parravano, Davide Sperduti, Massimo Gismondi, Marco Tomassini, Enrico Cellupica, Giordano Maltesi, Daniele Iafrate (25' Massimo Di Pucchio, 88' Mirko Castellucci), Lorenzo D'Aqui (80' Luigi Ruggieri), Michele Porretta (65' Vincenzo De Gasperis), Kevin Careni, Federico De Benedictis. 

A disp: Nicolas Paolucci, Michele Ranaldi, Simone De Gasperis. 

All. Rocco Alonzi.

Sora, 26-02-18.

Vis Sora settebellezze!

Vittoria travolgente contro Sporting Club Olivella per 7-1.

Altra roboante vittoria casalinga per i ragazzi di mister Alonzi al cospetto del fanalino di coda Olivella.
Primi 10 minuti inspiegabilmente di marca ospite con almeno 2 buone occasioni per Olivella su cui si dimostra prontissimo il numero 1 sorano Parravano. 
Nel momento migliore degli ospiti la Vis va in vantaggio con un tap in di DeBenedictis su assist di D'Aqui.
Da lì in poi il ciclone Vis si abbatte sul Trecce con altre 4 marcature nel primo tempo con 3 gol di Careni uno splendido in rovesciata e la solita magistrale punizione di Andrea Pirlo…Ops scusate Giordano Maltesi !!!
Nella ripresa la musica non cambia con la Vis sempre padrona del campo che approfitta dei restanti 45 min per provare movimenti e situazioni di gioco e andando a segno altre 2 volte ancora con Careni e in fine con DeGasperis su assist del sempre altruista Ruggieri. 
Nel finale gli ospiti segnano il gol della bandiera su rigore al 90esimo.

Adesso testa alla strasferta di Belmonte concentrati e decisi. Dal Panico è tutto linea allo studio.

Formazione:

Parravano, Sperduti (Paolucci), Ranaldi, Tomassini, Porretta (Cianfarani), Maltesi (De Gasperis S), Iafrate, Abbate, D'Aqui (De Gasperis V), Careni (Ruggieri), De Benedictis

All. Alonzi

Sora, 19-02-18.

Vallemaio-VisSora finisce in pareggio: si ferma la corsa dei bianconeri

La Vis Sora non va oltre il pareggio in trasferta contro l’Amatori Vallemaio.

Battuta d'arresto che in prospettiva futura può mettere in difficoltà la Vis Sora in ottica primo posto.

Partita difficile e nervosa, con un campo non adatto alle qualità della squadra ospite. Inizia subito forte il Vallemaio con tanta pressione e tanta intimidazione molto spesso scorretta e non redarguita in maniera opportuna dalla direzione arbitrale.

Dopo 15' la Vis è già in svantaggio con un imbucata che coglie di sorpresa la difesa bianconera. Il primo tempo, esclusi i primi 15' di buon gioco, è tutta sofferenza e rischi dalle parti di Parravano che è ottimo sulle ripetute occasioni avute dal Vallemaio. La Vis non punge in attacco anche se sembra mancare solo l'ultimo passaggio.

Il discorso di Mister Alonzi negli spogliatoi rivitalizza lo spirito dei bianconeri che rientrano in campo con un altro piglio e prendono in mano le redini del gioco. Tra buon gioco ed occasioni mancate ci sono anche le realizzazioni di D'Aqui su assist di Iafrate e le splendida punizione "sotto il sette" di Giordano Maltesi che porta il risultato sul 1-2. La Vis sembra amministrare e sbaglia diverse situazioni di gioco per chiudere la partita, causa imprecisione o egoismo. Purtroppo come spesso accade nel calcio arriva lo condanna severa. Punizione a due (dubbia) dal limite al 90' che dopo numerosi rimpalli porge il pallone per un rigore in movimento all'unico attaccante avversario libero in area che sigla il 2-2 finale.

Tanto rammarico per il finale, tanta convinzione per il proseguo del campionato dopo l'ottima reazione avuta su un campo ostico dentro e fuori.

Formazione:
Parravano, Cianfarani (46' Sperduti), Gismondi, Tomassini, Cellupica, Maltesi, Iafrate, Porretta (75' Ruggieri), D'Aqui, Careni, Castellucci (65' De Benedictis).
All. Alonzi

Sora, 12-01-18.

La Vis Sora batte Città di Ceprano: continua la striscia di risultati positivi

I bianconeri si impongono per 2 a 1 allo scadere.

Ci sono partite in cui non basta la tecnica, la forza fisica e il saper star bene in campo ma bensì serve la voglia di vincere, di non mollare mai e la capacità di saper soffrire e reagire: quella di sabato è stata una di queste. Era una partita importantissima per tanti fattori e come spesso è accaduto quest’anno la Vis Sora non l'ha sbagliata; davanti ad un avversario tosto che si giocherà sicuramente il campionato fino alla fine.

Primi 10 minuti all'insegna della squadra ospite che al 15esimo va in vantaggio con un’incornata del numero 9 su cross dalla sinistra. Proteste successive del Ceprano per due presunti rigori non concessi dal direttore di gara. Al 30esimo comincia finalmente la partita della VisSora che pian piano prende campo e comincia a macinare gioco e perviene al pareggio grazie a Kevin Careni su imbucata di Maltesi.

Nel secondo tempo calano leggermente i ritmi ma la partita è costantemente nelle mani della Vis Sora che però non riesce ad essere incisiva anche grazie ad un’ottima prestazione della difesa ospite.

Al 90esimo arriva il vantaggio della Vis grazie a un grande spunto sulla destra di Mirko Castellucci che si divincola tra due avversari e mette in mezzo un cross sul quale si avventa il bomber Careni per la doppietta personale.

POINT SET MATCH e forza VIS

Formazione:

Parravano

Cianfarani
Gismondi
Tomassini
Cellupica

Maltesi
Iafrate
D'Aqui (87’ Ruggieri)
Porretta (70’ V.DeGasperis)

Careni
DiPucchio (68’ Castellucci)

Abbate N.E.
Ranaldi N.E.
Paolucci N.E.
S.DeGasperis N.E.

All. Alonzi

Concludiamo con un ultimo saluto al caro amico Agostino Alonzi che proprio in questi giorni ci ha lasciato. Sentite condoglianze alla famiglia da parte della Vis Sora.

Sora, 05-02-18.

Vis Sora, torna il sorriso!

Apre le marcature Maltesi e chiudono i conti Careni e Ruggieri.


Si laurea Campione d’Inverno la Vis Sora vincendo con un rotondo 3-0 in casa, contro Nuova Sant’Angelo.

Partita sempre in mano dei padroni di casa che potrebbero aver realizzato un numero maggiore di segnature ma troppe sono state le occasioni sprecate sotto porta. Gli ospiti si sono dimostrati squadra ostica e ben messa in campo, ma quest’oggi le motivazioni e la voglia di riscatto della Vis Sora erano troppo forti per poter creare problemi aibianconeri.

Partita che si sblocca al 20’ del primo tempo quando Maltesi con una punizione da manuale, batte velocemente, cogliendo tutti di sorpresa, anche il portiere ospite che non può far altro che raccogliere il pallone nella rete. 
Tutto il primo tempo vede la Vis continuare a spingere ma la poca lucidità, un palo per Careni e l’ottimo lavoro difensivo, permettono agli ospiti di rimanere nel match.

Il secondo tempo si apre con la Vis Sora che continua a spingere sull’acceleratore. 
Careni cerca in tutti i modi il gol, ma lo trova solamente al 65’ quando colpisce in contropiede la difesa ospite. Da notare un altro palo e un paio di salvataggi miracolosi contro il forte centroavanti bianconero. 
La partita viene chiusa definitamente al 80’ quando Ruggieri appoggia in rete un assist al bacio di Careni.

Unico pericolo per Parravano arriva al 90’, ma è bravissimo il portiere bianconero a non farsi trovare impreparato.

Ottima prestazione di carattere per i bianconeri che dopo le ultime 4 partite sottotono, riprendono il ritmo partita e continuano la cavalcata in testa alla classifica. Ora c’è tutto il girone di ritorno da affrontare. Il campionato è ancora lungo e la Vis non può premettersi altri passi falsi, ma se si continua a giocare con questa intensità sarà difficile per le altre pretendenti scavalcare la capolista.

Formazione:

Parravano Stefano, Cianfarani Daniele ('70 Paolucci Nicolas), Cellupica Enrico, Tomassini Marco, Gismondi Massimo, Porretta Michele ('71 Ruggieri Luigi), Caschera Andrea ('85 Castellucci Mirko), Maltesi Giordano, D'Aqui Lorenzo, Careni Kevin, Di Pucchio Massimo ('75 De Benedictis Federico).

Sora, 29-01-18.

Piccola crisi per la Vis Sora

La Vis impatta 2-2 sul campo dell'Atletico Pontecorvo e viene raggiunta al primo posto da Sant'Elia

Altra battuta d’arresto per la Vis Sora che, fuori casa, pareggia 2-2 contro l'Atletico Pontecorvo. 
Partita molto equilibrata, con i giocatori sorani sottotono e i padroni di casa attenti, compatti e cinici. 
Pareggio giusto per quello visto in campo, ma che non puo che andare stretto alla Vis Sora, rea di non aver capitalizzato al meglio l’andamento del match.

Campo poco praticabile e terreno molto pesante dove i piedi buoni dei giocatori Sorani rimangono impantanati nel fango.

I padroni di casa partono subito molto forte e colpiscono gia al 10’ minuto. Tiro da fuori area, respinta centrale di Parravano e tap in vincente sottoporta del Pontecorvo. 
La reazione della Vis non tarda ad arrivare. Al 25’ Careni, atterrato in area di rigore, permette a Maltesi di realizzare il pareggio grazie ad un penalty perfetto.

Sempre Careni in rovesciata e Tomassini su calcio d’angolo vanno vicinissimi al raddoppio ma si rimane sul punteggio di 1-1.

Al 40’ avviene l’episodio che potrebbe cambiare il corso della partita. Portiere di Pontecorvo espulso per proteste e bagarre in campo da parte dei padroni di casa. Partita sospesa per 15 minuti, e ripresa regolarmente.

La Vis ha cosi la possibilità di giocare tutto il secondo tempo in vantaggio numerico, con gli avversari senza portiere titolare e contro una squadra molto nervosa.
Ma la Vis Sora rimane a guardare troppo a lungo, e realizza il secondo gol solamente al 70’ grazie a una mischia risolta brillantemente da Castellucci e Porretta.

Pontecorvo non getta la spugna, si spinge in area di rigore avversaria e all’85’ realizza l’insperato gol del pareggio. 
La Vis cerca il forcing finale ma le energie sono terminate e le polveri bagnate.

Momento non certo positivo per i bianconeri che nelle ultime 4 partite hanno collezionato solamente 5 punti. Rimangono al comando del girone, ma gli avversari sono dietro l’angolo. Le prossime partite saranno decisive e di certo non facili.

Formazione

Stefano Parravano

Michele Porretta

Marco Tomassini

Enrico Cellupica

Massimo Gismondi

Luigi Ruggieri

Giordano Maltesi

Federico De Benedictis

Andrea Caschera

Kevin Careni

Mirko Castellucci

Sora, 22-01-18.

Si ferma in casa la Vis Sora

Finisce 4-4 contro il Posta Fibreno.

Si ferma la capolista Vis Sora che non riesce a vincere al Panico contro l’ottima Posta Fibreno, formazione allenata dall’ex Persichini.

Bella partita, molto vivace, con tanti gol e continui ribaltamenti di fronte e di risultato. Una Vis Sora che fatica molto a strappare un punto contro una squadra che ha dimostrato di meritare posizioni diverse in classifica. Bianconeri che cercano di impostare e imporre il proprio gioco, ospiti molto bravi a pressare altissimi per colpire sulle ripartenze.

La partita inizia nel migliore dei modi per i padroni di casa, infatti, solo dopo 5 minuti sono in vantaggio con un gol di De Benedictis che trafigge il portiere ospite dopo una eccezionale progressione di D’aqui sulla fascia destra.

Purtroppo la Vis s’illude che gli avversari sono andati al tappeto, abbassa i ritmi, la concentrazione ne risente e il gioco non è più fluido come all’avvio del match.

Posta Fibreno, diretta magistralmente dall’ex Persichini, riesce a rialzare la testa e con un calcio di rigore per fallo di mano in area pareggia i conti. Trova anche in maniera fortunosa il vantaggio al 25’ con un tiro da fuori area deviato in porta dalla difesa bianconera.

La Vis riaccende il motore e inizia a spingere sull’acceleratore. Il pareggio capita sui piedi di Di Pucchio che, con un bel tap in, chiude un’azione di De Benedictis. 
I bianconeri si riportano in vantaggio al 44’ quando capitan Tomassini vola più in alto di tutti e anticipa di testa il portiere ospite. 
Si va negli spogliatoi in vantaggio, ma non è la solita Vis Sora vista nei match precedenti.

Il secondo tempo si apre sempre sottotono per i bianconeri che, infatti, subiscono al 60’ il gol del momentaneo pareggio. Dopo una discesa sulla fascia destra, gli ospiti colpiscono, da posizione defilata, palo e traversa. Il pallone vagante in area di rigore, viene spinto in rete alle spalle dell’incolpevole Parravano.

La Vis Sora cerca di riprendere in mano il pallino del gioco ma rimane impigliata nella tela tessuta dalla difesa ospite. Esce per infortunio l’ottimo Iafrate ed il centrocampo ne risente. 
Il pressing alto porta i suoi frutti e permette agli ospiti di raggiungere il vantaggio al 75’ quando, in contropiede, i biancorossi segnano il loro 4 gol di giornata.

Forcing finale dei padroni di casa che non ci stanno alla sconfitta, ma gli spazi sono chiusi e la stanchezza si fa sentire. Al 88’ Abbate viene atterrato in area di rigore e Maltesi trasforma il penalty per il pareggio finale.

Finisce 4-4 una partita intensa, molto tattica, che con un punto per parte non accontenta nessuna delle due compagini… o forse, vista la storia della partita e del campionato, le accontenta entrambe!

Formazione Vis Sora:

Stefano Parravano

Cianfarani Daniele (Porretta Michele 55’)
Tomassini Marco
Cellupica Enrico 
Gismondi Massimo (Nicolas Paolucci 70’)

Maltesi Giordano
Iafrate Daniele (Mirko Castellucci 65’)
D’Aqui Lorenzo 
De Gasperis Vincenzo (Abbate Giulio 75’)

Di Pucchio Massimo (Luca Polsinelli 78’)
De Benedictis Federico

Coppola Roberto NE
Ruggieri Luigi NE

Mister Alonzi Rocco

Sora, 15-01-18

Manita della Vis Sora 07

I Bianconeri si impongono al "Panico" per 5 reti ad una.

Nona vittoria stagionale per la Vis Sora ’07 che ha la meglio sull'ottima formazione del Real Acquafondata con il Panico che si conferma fortezza inespugnabile con sei vittorie su sei incontri casalinghi. Passando alla cronaca della gara, i bianconeri fanno subito la voce grossa con 3 gol nel primo tempo con una doppietta di DeBenedictis e un gol di DeGasperis e tante occasioni non sfruttate grazie alla bravura del portiere avversario. Nel secondo tempo calano i ritmi e viene fuori la squadra ospite che accorcia le distanze con un bel destro al volo su imbucata centrale. Il gol suona da sveglia per la Vis che colpisce altre due volte con gli stessi marcatori del primo tempo, DeBenedictis con la tripletta personale e DeGasperis con la prima doppietta in maglia Vis. Da segnalare sul finale di gara due belle parate dell'estremo difensore ospite. Adesso testa a sabato prossimo dove la Vis sfiderà in casa l'SS POSTA FIBRENO.

FORMAZIONE:
COPPOLA 
CELLUPICA (’80 RANALDI)
GISMONDI (’20 PORRETTA)
CIANFARANI
TOMASSINI
IAFRATE
MALTESI (’70 DI PUCCHIO)
DE GASPERIS V. (’75 CASCHERA)
D'AQUI (’82 RUGGIERI)
CARENI
DE BENEDICTIS

Sora, 08-01-18.

La Vis Sora finisce il 2017 in testa alla classifica del Campionato di Terza Categoria!

Purtroppo con una sconfitta sul campo del Chiaiamari.


Partita strana, dove la Vis Sora deve adattarsi al terreno di gioco, non nelle migliori condizioni. Controllo del gioco sempre in mano ai bianconeri che hanno speso molto ma tornano a casa a mani vuote. Gli errori in difesa sono stati determinanti ma anche la mancanza di lucidità nel chiudere le ostilità gia nei primi minuti della gara.

La Vis Sora parte subito molto forte e la partita si apre con una marcatura bianconera, il bomber Careni dopo 10 minuti trafigge il portiere di casa con una bella percussione centrale.

Non passano 5 minuti che i padroni di casa, dopo un disimpegno sbagliato, puniscono i bianconeri con un tiro da fuori riequilibrando il match. Al 20’, complice una distrazione dell’estremo difensore bianconero, Chiaiamari passa in vantaggio su calci di punizione.

La Vis Sora non abbassa mai la testa e preme sull’acceleratore alla ricerca del pareggio. Una traversa, un palo, un gol annullato e molte indecisioni sotto porta permettono al Chiaiamari di andare negli spogliatoi in vantaggio.

Nel secondo tempo si gioca poco a calcio con molte palle lunghe e pochi fraseggi. La Vis Sora cerca disperatamente il gol del pareggio ma i padroni di casa sono bravissimi a chiudersi in difesa e ripartire in contropiede, quando possibile.

Sempre Sora in avanti, ma il gol arriva solamente al 80’ quando in mischia di area di rigore Cellupica in rovesciata trova finalmente il gol del pareggio.

Galvanizzati dal gol la Vis cerca il colpaccio ma è il Chiaiamari che al 93’ sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti riesce a trovare il gol della vittoria, beffa per la Vis Sora, che avrebbe meritato almeno il pareggio.

Il campionato si ferma e riparte Sabato 6 Gennaio.
Auguri a tutti di buone feste!!!
#CuoreVis 

Sora, 17-12-17.

La Vis Sora cala il poker nello scontro al vertice e se ne va in fuga

Dopo dieci giornate i bianconeri guidano la classifica con quattro punti di vantaggio sulla seconda e cinque sulla terza.

La sfida al vertice si conclude con la vittoria della Vis Sora che si impone tra le mura amiche per 4 a 2 contro una ottima formazione avversaria. Partita molto frizzante e ricca di occasioni e di gol. Entrambe le squadre si affrontano a viso aperto, pronte a farsi valere sia in campo che in classifica.

Due punizioni fotocopia e due tap-in simili permettono alla Vis Sora di vincere e di allungare il passo e il divario nella classifica generale. La Vis Sora arriva al match da leader e con un punto di vantaggio sugli ospiti, ma è Sant’Elia che trova subito il gol con un ottimo colpo di testa su cross dalla destra. Padroni di casa in svantaggio dopo soli 20 minuti. La reazione bianconera non tarda ad arrivare, ma bisogna attendere il 40’ quando D’Aqui è bravissimo a deviare in porta un’ottima punizione calciata da De Benedictis da posizione defilata.
Si va negli spogliatoi con il punteggio in parità.

Nel secondo tempo il Sant’Elia entra in campo molto nervoso e contratto. Ne approfitta la Vis che prende subito il controllo del gioco e del campo. Al 15’ D’Aqui involato sulla destra scodella al centro dell’area un pallone che Careni deve solo spingere in rete. Vantaggio bianconero meritato. Al 25’ altra punizione fotocopia del primo tempo: De Benedictis sulla palla, tiro sul primo palo e deviazione vincente a spiazzare il portiere di D’Aqui. 3-1 e partita che sembra chiusa.

Al 40’ un’indecisione della difesa bianconera e un guizzo dell’attacco ospite, permettono a Sant’Elia di rifarsi sotto con il gol del 2-3, ma la Vis Sora non sembra subire il colpo, rimane in controllo totale del match, fino a quado Careni chiude i giochi: altro cross dalla destra di D’aqui e semplice tap in davanti la porta per il bomber bianconero. La Vis Sora allunga in campionato contro una delle pretendenti al titolo. Dimostra tutto il suo valore e il potenziale, vittoria del gruppo più che del singolo. Sabato, prima di Natale, trasferta molto insidiosa a Chiaiamari.

Formazione Vis Sora
Parravano Stefano

Cianfarani Daniele (Cellupica Enrico 75')
Porretta Michele
Tomassini Marco
Gismondi Massimo (Abbate Giulio 90')

Maltesi Giordano
Iafrate Daniele
De Gasperis Vincenzo (Caschera Andrea 70’)
D’Aqui Lorenzo (Luigi Ruggieri 85’)

Careni Kevin
De Benedictis Federico (Castellucci Mirko 75’)

Paolucci Nicolas: NE
Coppola Roberto: NE

Mister Alonzi Rocco

LE PAGELLE:
La Vis Sora balla in cima alla classifica...

Parravano Stefano: Per lui un Valzer romantico. Stringe la sua squadra in un abbraccio che trasmette sicurezza e conduce dolcemente la difesa a ballare all’unisono.

Cianfarani Daniele: Balla un Tango a tutto campo. Andando avanti e indietro. Attaccando e difendendo. Gli manca la rosa in bocca!

Cellupica Enrico: Un tipo moderno come lui non può che ballare la Dance! Arriva in ritardo perché aveva appena finito un afterhour a Roma. Mantiene la musica negli orecchi, gli stessi bit e ritmi per tutti i minuti che gli vengono concessi.

Porretta Michele: Ve lo ricordate il Twist, quello che faceva tremare le gambe?… ecco oggi lui fa tremare le gambe agli avversari bloccando ogni velleità di attacco verso la porta di casa.

Tomassini Marco: Sembra John Travolta in Febbre del Sabato Sera! In mezzo al campo c’è solo lui a dirigere i suoi compagni di squadra. Dito alzato e tutti in pista!

Gismondi Massimo: Maestro indiscusso di Salsa. Non ci sono ballerini in campo migliori di lui.

Maltesi Giordano: Detta i tempi di gioco a tempo di Mazurca. Metronomo instancabile e ineguagliabile. Alcuni guizzi fanno venire il mal di testa.

Iafrate Daniele: Un motorino. Corre a ritmo di Fox Trout per tutto il campo. Letteralmente il foxtrout significa “trotto della volpe”, lui va al trotto come un cavallo ed è sempre scaltro come una volpe!

De Gasperis Vincenzo: Macarena... Un tormentone che non ti si leva dalla testa... Chiedere agli avversari che sono costretti a marcarlo!

Caschera Andrea: Charleston, ballo antico di classe (deriva dal jazz). Di andamento veloce e brillante. Descrizione perfetta del forte centrocampista bianconero.

D’Aqui Lorenzo: Giornata da Rock and Roll per lui. Mattatore con due gol e due assist. In grandissima forma con piroette e salti in aria. Che ballerino!

Luigi Ruggieri: L’hip pop gli si addice di più, per la sua età e la sua straripante energia con corse, salti, cadute, piroette a tutto campo.

Careni Kevin: Oggi gioca molto con i compagni in una Bachata che gli permette di arrivare a rete per ben due volte con estrema facilita. Altri due gol per il bomber bianconero.

De Benedictis Federico: Le due punizione trasformate in gol sono musica per i nostri orecchi. Mazurca, un ballo ordinato, polacco come Lewandoski.

Castellucci Mirko: Entra e inizia a ballare a passo di Rumba. Bello il passaggio per D’Aqui in occasione del 4 gol.

Sora, 18-12-17.

Salutiamo la capolista! Vis Sora ancora vittoriosa e nuova regina del campionato

I ragazzi di mister Rocco Alonzi si sono imposti 2-1 sul campo del Piedimonte Accademia. Careni nel recupero insacca il pallone che vale la prima posizione.


Fase iniziale molto tattica con le squadre che si studiano, piano piano la Vis inizia a macinare gioco e la prima occasione arriva con una bella palla filtrante non sfruttata da De Gasperis, che spara addosso al portiere. Stesso esito per la conclusione di Careni qualche minuto dopo.

Gli avversari provano ad uscire dal pressing dei bianconeri e si fanno vedere con qualche tentativo da fuori ben controllato da Parravano. La prima svolta arriva su gli sviluppi di un calcio piazzato: la difesa respinge, ma Maltesi è bravo a sfruttare la respinta e con un tiro preciso da fuori area porta la Vis in vantaggio.

Partita sotto controllo da parte dei ragazzi di mister Alonzi, che hanno un altro paio di occasioni per raddoppiare.
Il Piedimonte, al primo vero affondo, “trova” un rigore molto generoso concesso dall’arbitro, ma cestina l’occasione dagli undici metri sparando fuori.

Il pareggio non tarda ad arrivare: su un lancio lungo intervento dubbio ai danni di Gismondi da parte dell’attaccante avversario, che poi, tutto solo davanti il portiere, insacca. Nella ripresa i padroni di casa scendono un po’ fisicamente e i bianconeri provano ad approfittarne, ma, complice la sfortuna e qualche decisione molto dubbia dell’arbitro, la partita pare avviarsi verso un pareggio. La Vis, tuttavia, non ci sta e proprio nel recupero un lancio lungo permette a Careni di presentarsi davanti il portiere. Il bomber bianconero insacca e regala ai bianconeri i tre punti che valgono la vetta.

LE PAGELLE:

Parravano 6,5
Inoperoso per la maggior parte del tempo ma quando viene chiamato in causa dimostra tutto il suo valore dando sicurezza alla squadra,incolpevole sul gol.
Sempre pronto.

Tomassini-Porretta 6
Coppia fissa in pagella come in campo,qualche sbavatura ma ci può stare visto il campo scivoloso,per il resto della partita sempre puntuali sugli interventi.
Coppia fissa.

Cellupica 6 
Prima partita con la maglia bianconera,gioca bene e si propone in fase offensiva.
Buona la prima.

Gismondi 6,5 
Esperienza e grinta lo contraddistinguono,corre in mezzo al campo come un ragazzino.
Immortale.

Iafrate 7 
Ormai lo conosciamo,corre in tutte le posizioni del campo e recupera molti palloni,un treno instancabile.
Quattro polmoni.

Maltesi 7,5
Partita perfetta,imposta,recupera e si propone tanto in fase offensiva.
Corona una grande prestazione con un gran gol.
Perfezionista.

De Gasperis V. 6 
Al rientro dopo l’infortunio non impiega molto per rendersi pericoloso,peccato per l’occasione fallita all’inizio ma avrà modo di farsi perdonare.
Propositivo.

D’Aqui 6
Tanta spinta offensiva,torna dietro per aiutare i compagni ma soffre un po’ il campo pesante.
Pendolino.

De Benedictis 6,5
Anche lui al rientro da un lungo infortunio,si fa vedere molto,tiene palla,fa salire la squadra e lotta come un leone.
Combattente.

Careni 7,5
Segna il gol vittoria,prezioso in tutte le azioni offensive della Vis.
Fa sentire la sua presenza e non scoraggia nonostante la sfortuna.
Cecchino.

Caschera 6
Entra nel secondo tempo ed è già in partita,fa vedere la sua tecnica e da supporto all’azione offensiva.
Tecnica e spinta.

Polsinelli S.V.
Entra e nemmeno il tempo di scaldarsi bene che si fa male.
Sfortunato.

Castellucci 6
Come sempre fa sentire la sua presenza lì davanti,un paio di giocate buone per mandare in porta i compagni.
Assistman.

Coppola NE
Sperduti NE
Ruggeri NE
Ranaldi NE

Mister Alonzi 7
Bella partita, ben giocata, e 7 vittoria di fila per la squadra di Mister Alonzi.

CLASSIFICA AGGIORNATA
Vis Sora 21
Nuova S. Elia 20
Ceprano 16
Piedimonte Accademia 16
Atletico Chiaiamari 15
Nuova S. Angelo 14
Casalattico 13
Posta Fibreno 12
Atletico Veroli 10
Atletico Pontecorvo 9
Amatori Vallemaio 9
Real Acquafondata 8
Belmonte Castello 8
Castrocielo 4
Olivella 1
Marafrica FC

Sora, 11-12-17.

Vis Sora, altri tre punti verso il sogno!

Tra due torni l'attesissimo scontro diretto tra le mura amiche del Giuseppe Panico.


Altri 3 punti per la Vis Sora che sul campo amico del Trecce vince di misura contro la ottima formazione ospite del Casalattico. La rete decisiva viene segnata al 25’ del primo tempo da D’aqui, bravo ad insaccare in mischia sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Le squadre partono molto contratte e nei primi minuti si studiano, poi la Vis Sora inizia a spingere sull’acceleratore. È bravissimo D’aqui ad approfittare di una palla vagante ed insaccare da pochi metri per il gol che poi si rivelerà decisivo.

L’assalto della Vis non si ferma e solo l’arbitro non permette ai padroni di casa di raddoppiare con Polsinelli. Gol annullato per una poco evidente spinta in area di rigore. È ancora D’aqui show, che palla al piede sulla destra, salta 2 avversari, fa sedere il portiere e incredibilmente a porta vuota calcia sul fondo. Azione bellissima, peccato il risultato finale.

L’arbitro fischia la fine del primo tempo con i bianconeri in vantaggio e senza subire particolari pericoli. Nel secondo tempo si gioca poco a calcio, con l’arbitro che interrompe spesso il gioco per azioni fallose. Il Casalattico cerca il pareggio, ma la difesa bianconera è insuperabile, i pericoli piu grandi arrivano solo su calci piazzati. Bravissimo Parravano a neutralizzare una punizione dal limite ottimamente calciata dall’attaccante ospite.
La Vis Sora cerca di colpire in contropiede, ma oggi le energie spese in fase difensiva non permettono la lucidità necessaria per raddoppiare. L’occasione più limpida arriva sui piedi di Careni, che a tu per tu con il portiere, non riesce a gonfiare la rete.

Tre punti importantissimi per la Vis Sora, che vince di intelligenza, colpendo appena ne ha l’occasione, sapendo soffrire e difendersi in maniera ordinata quando necessario. Il mese di Dicembre si apre nel migliore dei modi per la Vis. Settimana prossima altra partita importantissima in trasferta a Piedimonte.

LE PAGELLE

Parravano: Albachiara. Finalmente si fa alba, finalmente dopo 8 partite di giustificata inoperatività, riesce a far vedere di che pasta è fatto. Due parate fondamentali e degne di un portiere di altre categorie.

Cianfarani: Colpa d’Alfredo, anzi colpa di Giordano se gioca come difensore centrale e non puo spingere sulla fascia come vorrebbe. Ma compie alla grande un lavoro molto ostico quest’oggi.

Porretta: La nostra relazione è qualcosa di diverso… si separa dal suo compagno di reparto e va a far filtro a centrocampo. Una prestazione superba.

Tomassini: Vivere, è passato tanto tempo da quando non gli mettevano contro un attaccante di categoria. Lo ha annullato!

Sperduti: Fegato, fegato spappolato. Non so se era il fegato ma a sentire gli strilli qualcosa di spappolato c’è stato, quando a meta secondo tempo si accascia al suolo dolorante. Aspettiamo i referti. Comunque in campo partita perfetta senza nessuna sbavatura. L’imbattibilità è anche merito suo.

Gismondi: Vado al massimo, vado a gonfie vele. Come al solito 5 minuti accademici per staccare dal lavoro ed entrare in clima partita, poi chiude la saracinesca in difesa e non disdegna di spingere sulla sua fascia.

Iafrate: una canzone per te, o meglio, una partita per te. Non te l’aspettavi è… tu che non dovevi nemmeno venire e che riesci a trascinare i tuoi compagni ad una vittoria importantissima. Ti si è sentito perfino strillare in campo. I Giocatori nascono da soli, vengono fuori gia con il pallone. Dici di non essere cosi importante, dici una bugia… e infatti scappi via…

D’Aqui: Splendida Giornata, segnare il gol decisivo, portare 3 punti alla tua squadra, altro che splendida giornata. Driblarre uomini come fossero birilli, saltare il portiere e poi prendersi il lusso di spedire il pallone fuori.

Caschera: Ogni volta, che viene giorno, ogni volta che ritorno, ogni volta che scende in campo non ce n’è per nessuno. Compiti difensivi oggi per lui, svolti alla grande. Il gol è anche merito della liberta che concede al compagno di reparto.

Careni: Gli spari sopra sono per noi, gli spari sopra sono per voi… mettetela come volete ma il fuciliere è sempre lui. Peccato per il gol mangiato nel secondo tempo, ma oggi è una corazzata in attacco.

Polsinelli: C’e chi dice no, e purtroppo oggi è stato l’arbitro a dire no! Prima si vede annullare un gol per un presunto fallo in area di rigore, poi viene fermato lanciato a rete per un millimetrico fuorigioco. Ottima prestazione la sua che fa eco a quella di settimana scorsa.

Mister Alonzi: Va bene, va bene cosi. e versati pure da bere, è sempre li dove sei tu. Ti sei accorto che siamo secondi in classifica , ti sei accorto si. E non dire che non lo volevi… va bene cosi, telefonami!

Formazione Vis Sora
Parravano Stefano

Cianfarani Daniele
Tomassini Marco
Sperduti Davide (Cellupica Enrico 75’)
Gismondi Massimo

Porretta Michele
Iafrate Daniele
D’Aqui Lorenzo (Abbate Giulio 90’)
Caschera Andrea (Luigi Rugeri 85’)

Careni Kevin
Polsinelli Luca (Castellucci Mirko 75’ )

Ranaldi Michele: NE
Mancini Matteo: NE
Tedesco Stefano :NE

Mister Alonzi Rocco

Sora, 04-12-17.

La Vis Sora “terrorizza” il campionato: ennesima manita dei ragazzi di Rocco Alonzi

Bianconeri avanti per 5-0, poi i padroni di casa salvano la faccia siglando due marcature. Volsci sempre più vicini ala vetta.

Si impone con altri 5 gol la Vis Sora in trasferta a Castrocielo e rimane a bordo del treno che continua la sua marcia verso le vette della classifica.

Il campo di terra/pozzolana, bagnato da una leggera pioggierellina non fa rimpiangere il sintetico del Panico, infatti si riesce a giocare bene la palla a terra e le doti tecniche della Vis Sora non tardano ad emergere.

Parte molto forte la compagine bianconera che lascia pochi spazi ai padroni di casa e dopo 10 minuti è gia in vantaggio per due reti a zero.
Prima Careni, complice una indecisione della difesa, con un colpo di testa sorprende il portiere da fuori area. A seguire D’aqui è bravissimo ad incunearsi nella difesa avversaria ed a insaccare sul secondo palo.
Dopo dieci minuti di attesa arriva il terzo gol che porta la firma di Posinelli che trafigge il portiere di casa con un tiro preciso all’angolino basso.

Il Sora si rilassa un po' prima dell’intervallo, ma i padroni di casa non riescono ad incidere, Parravano rimane inutilizzato.

Il secondo tempo si apre con altri cinque minuti di assedio bianconero che culmina con una bellissima rovesciata in area di rigore di Polsinelli sugli sviluppi di calcio d’angolo. Quattro a zero. 
La manita è servita a venti minuti dal termine quando Abbate involato sulla fascia appoggia a Castellucci per il tap in definitivo del cinque a zero.

La partita sembra finita ma i padroni di casa, complice un calo di concertazione dei bianconeri, insaccano per ben due volte nei minuti di recupero. Prima con un tap in su respinta del portiere Parravano e poi con un pallonetto.

Finale da Castrocielo 2-5. Una ottima Vis Sora che si impone per 90 minuti ma che non riesce ad uscire inviolata. 
Da settimana prossima inizia il mese di Dicembre, pieno di insidie e sfide al veritice, dove la Vis Sora sarà costretta ad impegnarsi per rimanere a bordo del treno e continuare la marcia iniziata.

LE PAGELLE:

Parravano: Gioca solo con i piedi per novanta minuti. Sui due gol non ha avuto il tempo per riscaldarsi. Viaggiatore senza biglietto

Cianfarani: Spinge tanto, considerando che pericoli sulla sua fascia non ne arrivano. Pendolino

Porretta - Tomassini: Coppia fissa anche sulle pagelle! Vita facile oggi dove tutti pagano il biglietto e non devono fare multe a nessuno. Controllori

Sperduti: Primo tempo un po contratto, si scioglie nel secondo. Treno diesel

Maltesi: Un po troppo nervoso, ma non offuscato. Detta i ritmi a centrocampo e riesce anche a chiedere scusa a Pintus per un passaggio sbagliato (l’unico). Capotreno

Iafrate: Di sicuro migliore in campo. Un treno inarrestabile sia in fase difensiva ma soprattutto in fase offensiva. Una vera locomotiva

D’Aqui: Anche oggi timbra il biglietto con una bellissima azione personale. Il tiro da centro campo meritava molta più fortuna, peccato che il portiere ci sia arrivato. Bigliettaio

Caschera: Sulla fascia sta costruendo le sue rotaie. Va al cross di sinistro e di destro. Sempre con il pallone incollato ai piedi. Sulla fascia fa avanti e indietro sui suoi Binari

Careni: Il primo gol è un mix di potenza, prepotenza e furbizia. Lotta sempre su tutti i palloni incurante dei pestoni avversari. Continua a far gol e va come un treno a vapore

Polsinelli: Dopo i ritardi dei primi match arriva preciso e puntuale. Due gol bellissimi e utilissimi. Treno puntuale in stazione

Mister Alonzi: Gestisce tutti i treni a mestiere. Tanto di cappello…. Da capostazione!

Formazione Vis Sora
Parravano Stefano

Cianfarani Daniele 
Porretta Michele 
Tomassini Marco
Sperduti Davide

Maltesi Giordano (Mancini Matteo 70’)
Iafrate Daniele
D’Aqui Lorenzo (Abbate Giulio 75’)
Caschera Andrea (Luigi Ruggieri 85’)

Careni Kevin (Tedesco Stefano 80’)
Polsinelli Luca (Castellucci Mirko 60’)

Ranaldi Michele: NE
Gismondi Massimo: NE

Mister Alonzi Rocco

   

Sora, 27-11-17.

Vis Sora: manita casalinga al Veroli e altri tre punti in classifica

Doppiette di Careni e Maltesi, in goal anche D'Aqui. La cronaca della partita e le pagelle dei giocatori bianconeri.

Continua la marcia della Vis Sora che sul campo sintetico del Panico infligge una pesante sconfitta a Veroli. Cinque gol, due traverse e portiere inviolato, questa la breve analisi della partita che riassume tutto l’andamento del match.

Vis Sora che controlla la gara per tutti i novanta minuti e che affonda non appena ne ha la possibilità. Che la giornata sarebbe stata propizia per la Vis si capisce subito, quando, già al 5 minuto di gioco, Maltesi batte il portiere ospite con una potente conclusione da fuori area. Dopo il gol la Vis perde un po di mordente e fa fatica ad imbastire una manovra di gioco fluida, poi arriva lo show personale di Careni, che partendo da centrocampo, salta tre uomini e insacca all’angolino per il raddoppio dei bianconeri. Il terzo gol è frutto di un brillante inserimento di D’aqui imbeccato magistralmente da Maltesi. Si va negli spogliatoi sul parziale di 3-0.

Nella ripresa cambiano alcuni attori, ma il copione rimane lo stesso: la Vis Sora che imbastisce gioco e crea numerosissime occasioni da rete. Nei primi 30 minuti del secondo tempo si crea molto ma si spreca troppo. Fino a quando sempre Careni con un tiro da fuori fulmina il portiere ospite, per un gol convalidato solo dai sensori di linea. Chiude i giochi Maltesi con il sigillo del 5 gol

Partita piacevole e con sprazzi di bel calcio. Il cammino è lungo ma la Vis Sora ha preso il treno giusto. Sabato prossimo trasferta a Castrocielo.

Formazione Vis Sora
Parravano Stefano

Cianfarani Daniele (Ranaldi Michele 75’)
Porretta Michele
Tomassini Marco
Gismondi Massimo (Fusco Gino 46’- Paolucci Nicolas 50’)

Maltesi Giordano
Iafrati Daniele
D’Aqui Lorenzo
Caschera Andrea (Abbate Giulio: 70’)

Careni Kevin
Castellucci Mirko (Polsinelli Luca: 46’)

Coppola Roberto: NE
Sperduti Davide NE

Mister Alonzi Rocco

Formazione Veroli
Mancini Valerio
Bottoni Alessandro
Di Rocchis Simone
D’onorio Diego
Cellupica Alessio
Perciballi Fabrizio
Pagliarella Fabio
Campoli Luca
Cerelli Giacomo
D’amico Franco
Cellupica Lorenzo

LE PAGELLE

Parravano: lo sforzo piu grande lo compie quando deve rilasciare l’intervista per la stampa. Dialettico

Cianfarani: buona prestazione, anche se ha bisogno di piu minuti nelle gambe. Gli avversari gli permettono di spingere sulla fascia e lui non si lascia sfuggire l’occasione. Offensivo

Porretta – Tomassini: persino Parravano nell’intervista li ringrazia per il loro lavoro. Ben assortiti, non lasciano passare nulla. Sempre molto pericolosi quando si spingono in avanti per cercare gloria sui calci piazzati. Coppia fissa

Gismondi: Deve uscire dopo 45 minuti per controllare che la birra sia stata messa in fresco. Cosi decide di fare un sontuoso primo tempo con sovrapposizioni degne di un diciottenne, poi si concede una birra e la panchina con i compagni. Dosato

Maltesi: altri 2 gol per lui. Il primo fondamentale, considerando che cambia il match dopo soli 5 minuti e mette la strada in discesa a tutta la Vis Sora. Gli avversari hanno provato a fagli perdere il pallone, non ci sono riusciti. Poi ci ha provato l’arbitro, non c’è riuscito. Lui “il pallone non lo perde mai”

Iafrate: Il vero cuore del centrocampo bianconero è lui. Il motore che spinge l’intera Ferrari bianconera. Di testa insormontabile, in chiusura impeccabile, in progressione inarrestabile, sui contrasti infrangibile. Imperdibile

D’Aqui: conferma il suo grande stato di forma e il gol non è altro che la ciliegina sulla torta per una partita (anzi 3) perfetta. Gioca con la testa, non si spaventa delle botte ( oggi tante ) e spinge sulla sua fascia come una gazzella.

Caschera: gioca esterno ma si vede che soffre un po’ la posizione. Intendiamoci, con la sua bravura e tecnica potrebbe giocare ovunque, ma quei pochi minuti, quando si accentra, si vede che ha una marcia in piu. Riposizionato

Careni: Il primo gol è da applausi. Scarta giocatori come se fossero birilli, corre per 50 metri palla al piede, trafigge freddo il portiere con un rasoterra imprendibile. Fenomeno

Castellucci: la traversa su un tiro di sinistro da fuori area ancora sta tremando. Sarebbe stato uno di quei euro gol ai quali ci ha abituato in questi anni. Inizia a prendere confidenza con il pallone e con i compagni. Si intende molto bene con Careni. In crescita.

Polsinelli: sempre al posto giusto al momento giusto, da vero bomber sa dove farsi trovare dai suoi compagni per poter far gol, peccato per l’ancora poca lucidità nel concretizzare. Sappiamo attendere.

Paolucci: ottimo giocatore. Preciso in chiusura, veloce nelle ripartenze, perfetto in copertura. Sempre concentrato ed educato ( con i piedi e non ). Vera sorpresa della Vis. Preso a parametro zero si parla gia di plusvalenze da 6 zeri. Ma il presidente dichiara: “incedibbbbile”

Fusco: Ci sta che un giocatore di pallone esca dopo 5 minuti di gioco per un infortunio, giochiamo a calcio non a freccette. Ci sta che ti alleni per tutto un mese per quella partita. Ci sta che entri in campo con la grinta a mille ed esci in lacrime. Ci sta che il massaggiatore ti porti a spalla in panchina ( oddio, con Gino è difficile, pero ci sta ). Quello che non ci sta, o meglio che è difficile vedere nelle squadre “normali”, è che tutti i tuoi compagni stanno male per te e con te. Che si stringono a te. Ti avvolgono in un abbraccio e tu capisci che sei uscito dal campo ma non salterai piu una partita fino al recupero dal tuo infortunio. Perché sei parte di una squadra speciale, perché sei parte di una famiglia chiamata Vis Sora! Auguri!

Mister Alonzi: Ancora non troviamo errori… bene bene bene… speriamo benissimo.

Sora, 20-11-17.

La Vis Sora perde nella gara fuori classifica contro il Marafrica

Sconfitta per 3-0 domenica al "G. Panico" che non grava sulla classifica.

Formazione scesa in campo:

Parravano Stefano

Paolucci Nicolas

Fusco Luigi

Fiorini Gianluigi

Gismondi Massimo

Ruggeri Luigi

Caschera Andrea

Maltese Cristian

Cordone Lorenzo

Tedesco Stefano

Di Pucchio Massimiliano


Coppola Roberto

Tomassini Marco

Maltesi Giordano

Abbate Giulio

Castellucci Mirko

Mancini Matteo

Porretta Michele

Sora, 13-11-17.

La Vis Sora scatenata distrugge la porta: magia di Maltesi, poi tre traverse e un palo

Terza vittoria consecutiva degli uomini guidati da Mister Rocco Alonzi. La manita di Ceprano è oramai un lontano ricordo.

Continua la marcia della Vis Sora che tra le mura amiche batte per 1 a 0 Belmonte Castello. Il risultato finale sicuramente va stretto ai padroni di casa che creano moltissime occasioni, colpendo ben 3 traverse e un palo. La mole di gioco creata dai bianconeri è notevole, molte le azioni da gol, ma si fa fatica a concretizzare, colpa la sfortuna e una ottima prestazione del portiere ospite.

Il gol arriva nel primo tempo su calcio di punizione trasformato magistralmente da Maltesi al 20’, con un bel tiro che scavalca la barriera e si infila in rete. Careni e D’Aqui vanno più volte vicini al raddoppio ma uno strepitoso portiere e i legni negano ai bianconeri la gioia del gol. Anche Porretta, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, colpisce di testa, ma un difensore avversario salva sulla linea.

Anche capitan Tomassini ha un’occasione e di poco sfiora un euro gol di tacco, ma il pallone lambisce il palo esterno e si spegne sul fondo. La porta sembra stregata e si va sul riposo sul punteggio di 1-0. La ripresa vede sempre la Vis Sora in attacco, ma il gol non arriva. Ruggeri e Castellucci ci provano da diverse angolazioni ma il risultato è sempre sterilizzato da ottimi salvataggi del portiere.

Vis Sora – Belmonte Castello 1-0
Parravano Stefano

Sperduti Davide (Cianfarani Daniele : 70’ )
Porretta Michele
Tomassini Marco
Gismondi Massimo (Caschera Andrea 85’)

Maltesi Giordano
Iafrate Daniele
D’Aqui Lorenzo (Polsinelli Luca : 80’)
Cordone Lorenzo (Ruggeri Luigi : 60’)

Careni Kevin
Di Pucchio Massimo (Castellucci Mirko: 65’ )

Polsinelli Luca : 80’
Cianfarani Daniele : 70’
Castellucci Mirko: 65’
Ruggeri Luigi : 60’
Paolucci Nicolas: NE
Abbate Giulio NE
Caschera Andrea 85’

Mister Alonzi Rocco   

PAGELLE

Parravano: davvero poco usato per tutta la partita. I pericoli sono pochi ma molto insidiosi nel finale. Devia un tiro da fuori destinato in porta sulla traversa. Non puo che pregare che la palla si infranga sul palo sul tiro al 95’… Preghiera esaudita! 

Sperduti: esce per crampi sospetti.Non lascia molti spazi agli avversari e riesce anche a proporsi in un paio di occasioni in sovrapposizione. Piano piano si fece Roma

Porretta: stava gia esultando quanto a colpo sicuro colpisce di testa a 2 metri dalla porta, un intervento miracoloso di un difensore avversario gli nega la gioia del gol. Sempre al posto giusto al momento giusto. Opportunista sfortunato

Tomassini: oggi ha provato a fare un colpo di tacco volante degno del migliore Ibra. Peccato che finisca di poco fuori. In difesa il compito era alquanto ostico, visto il livello tecnico degli avversari, ma lui fa sembrare tutto facile. Karate kid

Gismondi: ci mette 10 minuti per carburare, per motivi di lavoro arriva in ritardo, ma poi ingrana la quinta e non si ferma piu. Lavoratore

Maltesi: se lo era studiato in allenamento quel calcio di punizione, ci aveva provato per 3 partite senza avere successo, poi finalmente il tiro perfetto che si insacca e non lascia speranza alcuna al portiere. Un colpo da maestro da lui che è in cattedra nella Vis. Maestro

Iafrate: inarrestabile, inesauribile, ineguagliabile. E mi fermerei qui. XXX 

D’Aqui: bella partita dell’esterno bianconero. Fatta di progressioni in attacco e di sacrificio in difesa. La gioia del gol gli viene negata dal palo dopo una fantastica azione personale sulla destra. Salta uomini come fossero birilli. Rigenerato

Cordone: Anche oggi parte fortissimo. Gioca di prima con i compagni e arriva molte volte al cross. Gli avversari non lo fermano. Bellissimo il tiro al volo da fuori area che lambisce la traversa e che meritava molta piu fortuna. Il gol è merito di un fallo su di lui. Molto Bene

Careni: oggi rimane a secco di gol, ma chi se ne frega! Un leone in attacco. Corre come un matto per proteggere palla e far ripartire i suoi compagni. In verità va molto vicino al gol in diverse occasioni, due pali per lui e un paio di interventi miracolosi del portiere ( poteva benissimo fare una tripletta anche oggi ) La sfortuna ha detto di no e si è conservato i gol per la prossima partita! 

Di Pucchio: il lavoro notturno e l’infortunio subito Sabato scorso si fanno sentire e non permettono alla brillante punta bianconera di mostrare tutto il suo estro e la sua bravura. X, un pareggio, come quello del Napoli.

Cianfarani: quando gioca da terzino si diverte e non perde una occasione di proporsi sulla fascia. Crea molte sovrapposizioni e pericoli alla difesa avversaria. D'Ambrosio… hahhah … no dai scherzo!

Castellucci: non è facile entrare subito in partita, ma lui ci riesce dando una bella palla a Ruggeri e mettendo in seria difficolta il portiere ospite con un tiro che in altre occasioni si sarebbe trasformato in gol. Dosato

Ruggeri: esplosivo, va diverse volte al tiro ma non trova lo specchio della porta. Tatticamente sta migliorando e gioca molto di piu con i compagni. In netta ascesa. 

Mister Alonzi: se i suoi non riescono a concretizzare non possiamo dare colpe a lui. Il gioco si è visto e la squadra era messa molto bene in campo. Ha chiesto uno psicologo per i ragazzi, per farli essere più incisivi sotto porta, purtroppo nessuno ha accettato, tutti hanno detto che il lavoro è troppo difficile!!!

Sora, 06-11-17.

Careni straripante: seconda tripletta di fila e altri tre punti per la Vis Sora. Cronaca e pagelle

La squadra bianconera bissa la vittoria di domenica scorsa al Panico con un importante successo esterno.

Olivella - Vis Sora 1-3

Formazione

Parravano Stefano

Sperduti Davide

Porretta Michele

Tomassini Marco

Gismondi Massimo

Maltesi Giordano

Iafrate Daniele

D’Aqui Lorenzo

Cordone Lorenzo

Careni Kevin

Di Pucchio Massimo


Polsinelli Luca: 20’

Cianfarani Daniele : 46’

Castellucci Mirko: 75’

Ruggeri Luigi : 70’

Paolucci Nicolas: 85’

Abbate Giulio NE

Tedesco Stefano NE

Mister Alonzi Rocco


Prima partita su un campo di terra per la formazione bianconera, contro una buona compagine, ben organizzata e tecnicamente molto valida. Si gioca alle 11 di domenica mattina e l’orario di certo non favorisce i “nottambuli” bianconeri.

La Vis ha fin da subito il pallino del gioco anche se fa molta fatica a concretizzare le occasioni da gioco. I padroni di casa d’altronde non lasciano spazi e sono pronti a ripartire alla prima occasione.

Il campo stretto e irregolare non permette una manovra fluida e la maggior parte delle azioni arrivano da verticalizzazioni centrali.

Al 20’ è bravissimo Careni che, lanciato da Iafrati, supera il suo diretto marcatore si incunea nell’area avversario e batte il portiere avversario sul suo palo. 0-1

L’Olivella cerca subito il riscatto ed inizia a spingere. Solamente un riflesso eccezionale di Parravano riesce a deviare sulla traversa un tiro da fuori area destinato in rete.

Le squadre vanno negli spogliatoi con gli ospiti in vantaggio.


Ripresa ancora di marca bianconera e, sempre Careni trova il gol del 2 a 0 con una eccezionale rovesciata in area di rigore. Peccato non c’erano i fotografi per uno scatto da cineteca!

La tripletta è nell’area e, complice un’indecisione del portiere, Careni insacca facilmente sottorete e porta a casa il pallone della gare per i 3 gol. Seconda tripletta consecutiva

Il gol della bandiera arriva nei minuti di recupero su calcio di punizione.


Partita che la Vis Sora con molta intelligenza, pazienza e voglia di vincere porta a casa. Importante risultato sia per la classifica che per il morale dei ragazzi.

Sabato in casa ci aspetta una importante sfida con Belmonte Castello.

PAGELLE

Parravano: i suoi compagni di reparto fanno sempre buona guardia e non ha grossi pericoli. Si fa trovare prontissimo nel primo tempo su un tiro molto insidioso che devia sulla traversa. Salvataggio difficilissimo, bello in stile e soprattutto utilissimo perché salva il risultato. Un po sornione sul gol. Volo d’ angelo

Sperduti: oggi ha solo compiti difensivi che esegue egregiamente. Alcune disattenzioni in alcune chiusure ma… non c’e niente che non va!

Porretta -Tomassini: La coppia di centrali ha una intesa perfetta! Lavorano insieme e all’unisono annullando praticamente qualsiasi offesa da parte dei padroni di casa. Gemelli Derrick con i capelli lunghi!

Gismondi: Anche per lui compiti difensivi quest’oggi. Gioca d’esperienza e di esperienze. In scioltezza recupera tutti i palloni che capitano sulla fascia sinistra. Per gli avversari non c’è storia. La Storia è lui.

Maltesi: il sombrero con relativo passaggio filtrante al volo, da solo, vale il prezzo del biglietto! Sembra un diciottenne che corre per tutto il campo e si diverte a giocare a pallone. Si diverte e fa divertire tutti i suoi compagni e i sostenitori della Vis. Gli avversari un po meno. Gioia

Iafrate: sembra difficile levare il ruolo di MVP a Careni dopo 3 gol ma la vittoria della Vis è merito della sua corsa, della sua grinta, dei palloni recuperati e dei ritmi dettati a centrocampo. MVP

D’Aqui: sulle fasce era difficile giocare, complice il campo e gli spazi angusti. Meritava il gol in un paio di occasioni ma l’appuntamento è solo rimandato. Partita molto tattica ma soprattutto: Intelligente

Cordone: Parte molto bene, non sente la pressione del campo e si propone alla grande in fase offensiva. Riesce ad arrivare al cross in un paio di occasioni creando molti problemi alla difesa avversaria. In difesa non concede nulla. Soldatino

Careni: seconda tripletta consecutiva, meno male che di palloni ne abbiamo in abbondanza, altrimenti a fine stagione li dobbiamo chiedere in prestito a lui! Il primo gol è un connubio di forza e velocità, il secondo di eleganza e tecnica, il terzo di opportunismo e senso del gol. Completo!

Di Pucchio: non fa nemmeno in tempo ad esultare per il gol dello 0-1 che è costretto ad uscire. Ma nei pochi minuti giocati mette in mostra tutte le sue abilità tecniche. Nulla di grave

Polsinelli: Un po troppo nervoso e non riesce a sfruttare al meglio un paio di occasioni che gli capitano. Strano da uno come lui. Molto movimento e movimenti in attacco, manca solo il gol, arriverà.

Cianfarani : gioca finalmente da terzino e riesce a spingere molto sulla destra non tralasciando comunque la fase difensiva.

Castellucci: una boccata d’ossigeno per la difesa. L’unico che tiene palla in attacco e fa rifiatare i suoi compagni. Altri 10 minuti e faceva gol, almeno cosi dice!

Ruggeri: ancora un po troppo nervoso.

Paolucci: SV

Mister Alonzi : Quasi perfetto: non si presenta alle telecamere Rai/Sky/Mediaset per le interviste!

Sora, 30-10-17.

Vis Sora da urlo nell’esordio al Panico. I bianconeri stravincono 7-1

Strepitoso Careni autore di una tripletta. La cronaca della partita e le pagelle

C’è subito il riscatto per la Vis Sora, che dopo il passo falso della prima giornata, si impone con un roboante 7-1 che non lascia dubbi sull’andamento della partita. I padroni di casa entrano in campo molto concentrati e determinati. Bastano infatti solo 5 minuti per passare in vantaggio. È bravissimo Porretta a sfruttare il primo calcio d’angolo del match e a capitalizzare al meglio la prima occasione.

Dopo il gol la Vis Sora non perde la concentrazione e il pallino del gioco, ma purtroppo perde per infortunio i De Gasperis ( Simone e Vincenzo ). Inizia al 10’ lo spettacolo di Careni, autore di una tripletta. L’attaccante bianconero diventa immarcabile e insieme a Tedesco, autore di una doppietta, porta i padroni di casa negli spogliatoi con il risultato di 5-0

Nella ripresa ci sono alcuni cambi ma la musica non cambia, è sempre la Vis Sora che macina gioco e occasioni da gol. Si iscrive all’albo dei marcatori anche D’Aqui, con un bel sinistro al volo. Da notare anche un rigore calciato da Maltesi che colpisce il palo. Due traverse invece negano la gioia del gol a Ruggeri.

Il gol della bandiera avviene nei minuti di recupero su calcio di rigore, generosamente concesso dalla difesa di casa. La Vis Sora porta meritatamente i 3 punti a casa, dimostrando di essere una squadra compatta e pronta a giocarsi il campionato a testa alta.

LE PAGELLE
Parravano: praticamente inutilizzato. Rimane fermo per tutta la partita ed è troppo freddo per poter parare il rigore sul finale. Pisolo

Sperduti: spinge di piu che nella prima partita, ma fa anche buona guardia in difesa. Nel secondo tempo voleva sedersi in panchina ma ha preferito una birra al chiosco! Cacciato

Porretta: per come è andato il match sembra strano affermarlo, ma il suo gol è fondamentale perché scaccia via i fantasmi della prima partita e spiana la strada ai compagni. Risolutore

Tomassini: nemmeno suda. Passa la giornata a vedere come sta la fascia rossa da capitano sulla divisa verde. Chi l’ha visto?

Gismondi: un treno instancabile. Sulla fascia macina chilometri in fase offensiva e difensiva. Esce solamente per verificare che le birre erano in fresco e per ordinare la pizza per il dopo partita. Party animal

Maltesi: un punto di riferimento per il centro campo. Metronomo instancabile e sempre preciso. Il palo gli nega la gioia del gol, ma sbagliano anche i migliori. Dybala

De Gasperis V.: parte molto forte e crea molti pericoli nella difesa avversaria. Una freccia nell’arco bianconero. Purtroppo costretto ad uscire per infortunio. Ferito

Iafrate: motorino instancabile uomo ovunque.Prestazione di livello come quella nella partita precedente ormai elemento imprescindibile per il centrocampo Sorano. trottolino

D’Aqui: un primo tempo molto intelligente, dove non sbaglia praticamente niente. Si incunea facilmente nella difesa avversaria e molti gol sono merito suo. Nel secondo tempo gli spazi si aprono ancora di piu e sfrutta al meglio una incursione sulla sinistra con un bel diagonale. Musica a palla.

De Gasperis S.: Lotta su tutti i palloni e ha una palla d’oro per il 2 – 0 ma non la sfrutta. Combatte come un leone, stringe i denti, ma è costretto ad uscire per una botta al costato. Sfortunato

Careni: di certo molto piu veloce dei difensori avversari. La sua tripletta è solo la ciliegina sulla torta per una partita ad alti livelli. Voleva riportarsi il pallone, ma non ha capito che servono fino a fine campionato!!! Man of the match.

Ruggeri: Sfortunatissimo per due traverse prese in pieno. Ancora un po troppo nervoso e gioca poco con i compagni. Ma ”… il ragazzo si fara, anche se ha le scarpe strette…”

Caschera: gioca con un solo pensiero nella testa: fare gol. Non riesce ad esprimere il suo vero potenziale, ma comunque è un piacere vederlo giocare. Chiodo fisso

Cianfarani: Sembra un leone in gabbia quando il mister gli chiede di giocare centrale, poi si scatena quando si schiera nella sua posizione preferita, terzino. Sovrapposizioni e cross come se non ci fosse un domani. Senza licenza di uccidere.

Fiorini: Per rendere la partita piu interessante a Parravano decide di concedere un rigore al 93’. Per il resto l’intesa con il compagno di reparto è ormai affiatata e non concede nulla agli avversari che spingevano nel secondo tempo.

Mister Alonzi: Praticamente perfetto. (quasi meglio del presidente, scherzo!)

FORMAZIONE:
Parravano Stefano
Gismondi Massimo
Sperduti Davide
Tomassini Marco
Porretta Michele
Cianfarani Daniele (dal 46′)
Fiorini Gianluigi (dal 60′)
D’Aqui Lorenzo
Ruggeri Luigi (dal 15′ )
Maltesi Giordano
Iafrate Daniele
De Gasperis Vincenzo
Caschera Andrea (dal 50′)
Careni Kevin
De Gasperis Simone
Tedesco Stefano (dal 15′)
Polsinelli Luca (ne)
Castellucci Mirko (ne)

All. Alonzi Rocco

Sora, 23-10-17.

Parte male la Vis Sora, il Ceprano le rifila una manita. Cronaca e pagelle

In vantaggio per 1-0, i bianconeri sono stati subito raggiunti dal Ceprano, che successivamente ha dilagato rifilando una manita agli ospiti

Inizia con il piede sbagliato la nuova stagione della Vis Sora 07 che cade sull’ostico campo del Ceprano.
I padroni di casa sono di sicuro una formazione molto valida che ha mire di alta classifica, ma un Sora troppo nervoso è stato incapace di gestire il vantaggio iniziale. Un evidente errore arbitrale, una espulsione, un caldo afoso su un campo sintetico hanno fatto il resto. 
Nella fase iniziale gara molto tattica ed equilibrata con occasioni da entrambe le parti e con un palo colpito da De Gasperis. 
Sono i bianconeri a portarsi in vantaggio con un gol di Massimo Di Pucchio che sul rilancio di Parravano è stato abile ad incunearsi centralmente nella difesa del Ceprano e a piazzare la palla solo davanti al portiere. 
Dopo il gol, arriva il momento di black out degli ospiti che invece di gestire il risultato, concedono tanto, anzi troppo, al Ceprano. 
Il vantaggio volsco, infatti, è stato subito vanificato dal pareggio del Ceprano che ha risolto in rete un calcio d’angolo.
Gol fotocopia anche il secondo (con evidente carica sul portiere). Sul finire del primo tempo il Ceprano ancora a segno grazie ad una bella combinazione al limite dell’area. 
Nel secondo tempo i ripetuti tentativi della Vis Sora nel provare a riaprire l’incontro sono stati vani è un po’ sfortunati, la partita si è fatta ancora più in salita per l’espulsione di Fusco, per doppia ammonizione. 
Il Ceprano ne ha approfittato andando di nuovo a segno due volte negli ultimi minuti di gioco. Prima con un’imbucata centrale con cui l’attaccante non ha avuto difficoltà a piazzare la palla solo davanti al portiere, mentre l’ultimo gol è avvenuto di nuovo su un calcio piazzato grazie ad un errore in disimpegno della difesa.
Buona prestazione dei ragazzi bianconeri peccato per il risultato un po’ bugiardo, ci saranno tempo e gare per migliorare.

LE PAGELLE:

Parravano 5,5 

Incolpevole su tutti i gol ma da rivedere qualche uscita, tutto sommato buona prestazione. Fa quel che può.

Gismondi 5
Prestazione sottotono con più di qualche sbavatura.
Lotta.

Tomassini 6,5
Puntuale e preciso sugli interventi,di testa sono quasi tutte le sue.
Non può fare di più.

Fusco 5
All’inizio soffre la velocità degli attaccanti poi prende loro le misure,peccato per l’espulsione.
Di più non può.

Sperduti 5
Fa il suo,un po’ timido nel supporto della manovra offensiva.
Non incide.

Maltesi 6
Precisione ed esperienza al centro del campo,ci prova con un paio di calci piazzati.
Sfortunato.

Iafrate 6,5 
Corre per tutto il campo,recupera pallone ed è sempre presente in ogni azione.
Instancabile.

De Gasperis V. 6
Corre molto,si propone e va vicinissimo al gol ad inizio partita.
Poco freddo.

Ruggeri 5
Molto timido,sente troppo la pressione ma un paio di giocate buone come il cross mancato di poco da Di Pucchio.
Timido.

Careni 5,5
Maltrattato dei difensori avversari ci prova in tutti i modi per riaprire la partita,si divora un gol davanti al portiere ma buona la prima.
In crescita.

De Benedictis S.V.
Neanche il tempo di iniziare la partita si infortuna.
Sfortunato.

Di Pucchio 6,5 
Bel gol, bravo ed esperto a sfruttare l’occasione che gli si presenta.
Esperto.

Castellucci 5,5 
Entra a gara in corso, fa a sportellate con tutto e tutti ma non incisivo come suo solito.
Poco preciso.

Caschera 6
Subentra a gara compromessa, qualche giocata importante. Poco tempo a disposizione.
Rifinitore.

Cordone 5,5
Fatica ad entrare in partita ma siamo solo alla prima.

Mister Rocco Alonzi 6

Sora, 16-10-17.

Calendario Stagione 2017/18

Ci siamo! Nei giorni scorsi è stato reso noto dalla Lega Nazionale Dilettanti il calendario gare per la stagione. La VIS SORA 07 inizierà la propria avventura Domenica 15 Ottobre a Ceprano, ore 15:30.

VIS VIS VIS VIS

Sora, 08.10.17

 

VIS SORA '07 - United Cominium, gara amichevole

Seconda amichevole per i ragazzi di Mister Rocco Alonzi. Buona prova dei bianconeri che vengono sconfitti per 2a1 dalla squadra dello UNITED COMINIUM, militante in Seconda Categoria. Molto soddisfacente la prestazione dei ragazzi, considerando il periodo di carico sulle gambe e il fatto che gli avversari si apprestano ad iniziare il campionato questa domenica. Siamo convinti di essere sulla strada giusta, bisogna solo crederci.

http://www.nuovocorrierelaziale.it/2017/09/29/amic...

Sora, 26.09.17

Prima gara amichevole contro lo 03039

Prima amichevole e prima vittoria per i ragazzi di Mister Rocco Alonzi che battono per 3a1 l'ottima squadra dello 03039 Sora.
Gara giocata su buoni ritmi ed intensità, considerando anche la condizione non brillantissima dovuta ai carichi di lavoro.
Lunedì si ricomincia con la preparazione per farci trovare al meglio per l'inizio del campionato.

http://www.nuovocorrierelaziale.it/2017/09/23/amic...

Sora, 15.09.17

Notte Bianca dello Sport a Sora

Sora, 9 settembre 2017, Notte Bianca dello Sport. La Vis Sora nel proprio stand ripresenta gran parte del vestiario dei suoi 10 anni di storia.

La manifestazione, come ogni anno, ha avuto una enorme affluenza ed il nostro stand era nel fulcro dell'evento in Piazza Santa Restituta. 

Un ringraziamento a tutti i sostenitori che sono venuti a trovarci.

Sora, 10.09.17


Nuovo profilo Instagram per la VIS SORA '07

https://www.instagram.com/p/BYqgOF8nkqN/

Vis Sora 07 on Instagram 


Fusione VIS SORA '07 - La Suoneria Soho

Un anno importante che vede la Vis Sora ampliare le proprie compagini ed arricchirsi, per il momento, con una Squadra di Calcio a 5.

Pochi giorni fa è stato trovato un accordo che ha visto La Suoneria Soho e la Vis Sora 07 unirsi.

Il presidente Giulio Abbate: “Stiamo lavorando per creare una società forte, non solo agonisticamente, ma che sia capace di diffondere i valori di lealtà e sportività attraverso diverse discipline”.

La Suoneria Soho sarà parte integrante dell'universo bianconero. Il responsabile Francesco D’Ambrosio: “C'è stata subito intesa e dalla prossima stagione, dove la formazione competerà nel campionato Promozione CSI, saremo orgogliosi di indossare per la prima volta la casacca con i colori cittadini cercando di mantenere alti i valori di questa storica società”.

Le due realtà, conosciute e consolidate ormai da 10 e 7 anni rispettivamente, hanno deciso di far convergere tutte le proprie potenzialità verso il conseguimento di un singolo disegno di ampio respiro.  
Tra le novità di quest'anno un sito internet tutto nuovo aggiornato con statistiche, classifiche, risultati, photogallery, news e tanto altro ancora. www.vissora.it.

 

Parte la nuova stagione della VIS SORA

La ASCD VisSora07 si accinge a scrivere una nuova pagina della propria storia, all’alba dell’undicesima stagione di vita, convogliando tradizione ed innovazione verso un nuovo obiettivo che si affianca alla mera ambizione verso un risultato numerico: gli intramontabili colori che il team indossa con orgoglio saranno condivisi infatti con LaSuoneria Soho, squadra di calcio a cinque che è recentemente entrata a far parte della “grande famiglia” Vis. 

L’obiettivo, ambizioso e pregevole, consiste nel dare un contributo alla divulgazione di una cultura sportiva in senso lato, tale da superare la miopia del semplice risultato numerico, trovando il punto di equilibrio tra la cooperazione e la competizione, attraverso la costruzione di un’entità trasversale a più discipline. 

Nello spirito di una sportività in senso lato, particolarmente significative sono le parole del nuovo allenatore, Rocco Alonzi, il quale ha inaugurato il proprio mandato sottolineando: <La dirigenza ha voluto che in questo anno, peraltro importante per la Vis, ricorrendo il decimo anno dalla fondazione, fossi io a guidare la prima squadra. Ho accettato con entusiasmo e gran voglia di fare, puntiamo a creare un gruppo di amici prima e giocatori dopo>. Si tratta di parole importanti e dense di significato, in quanto incarnano quello che da sempre è lo spirito della Vis, composto dal divertimento, che caratterizza per definizione ogni ASCD, qualificato dall’impegno, dal rispetto delle regole e dalla consapevolezza che la vittoria cui si ambisce è una vittoria condivisa, e non certo l’elogio del singolo. 

Il nuovo portale, recentemente lanciato in rete, ospita approfondimenti continuamente aggiornati sugli sviluppi futuri di questo progetto, dei nuovi collaboratori e nuovi sponsor, senza dimenticare le sue radici e la sua struttura interna, basata sul supporto dei soci tra cui Rocco Di Piro, Rocco Porretta e Matteo Mancini, dirigenti presenti e passati, senza i quali tutto questo non sarebbe possibile. Sul sito www.vissora.it, oltre la gallery, le statistiche ed ogni comunicazione, sarà presto disponibile la rosa dei giocatori, per il completamento della quale è attualmente impegnato il DS Marco Tomassini.

Massimo Gismondi (Mexes)... Addio al calcio giocato o no?

E' la domanda che tutti si stanno ponendo. Tifosi, compagni, dirigenti, vogliono sapere cosa farà la bandiera della Vis nella prossima stagione. In una conferenza stampa di qualche mese fa, il giocatore aveva dichiarato che avrebbe terminato quest'anno la carriera da calciatore e che avrebbe trovato un accordo in base al quale, a partire dalla prossima stagione, avrebbe assunto la carica di dirigente o allenatore del club.

La società, in una recente intervista, avrebbe smentito le parole del numero 3 e offerto un rinnovo del contratto al giocatore.